Allora, considerazioni sulla puntata di Chernobyl:

ATTENZIONE, DA ORA IN POI SPOILER SELVAGGI

non sulla storia, che bene o male conoscono tutti ma proprio sulle scene.

Tutti quanti conosciamo quello che è successo, dopo una prova di sicurezza riguardante l’utilizzo di energia residua in caso di malfunzionamento dei generatori di emergenza si è attivata una sequenza inaspettata di eventi tali da portare al surriscaldamento dell’acqua di raffreddamento, alla scissione per elettrolisi tra idrogeno ed ossigeno e alla successiva esplosione dell’idrogeno, con rottura dell’involucro resistente e dispersione del conbustibile nucleare pesante e sopratutto degli elementi leggeri di fissione quali i famosi Iodio 131 e Cesio 137.

Del discorso Fallout parleremo però nella prossima puntata.

Torniamo alla serie HBO.
Diciamo subito che la serie si ISPIRA alla storia vera. È una Fiction e non un documentario.

Veniamo al dunque:
nella prima puntata si vedono in sostanza poveri sudditi del regime sovietico, praticamente ignari di che cosa sia l’energia nucleare (e lavorano in una centrale o sono vigili del fuoco inviati in una centrale nucleare) che passano il tempo a vomitare, spesso sangue, sono abbronzati come Roberto Carlino,improvvisamente iniziano a sanguinare violentemente da posti “strani” (un fianco ad esempio) fumano ultime sigarette e crollano al suolo apparentemente morti.

Diciamo un inizio col botto!
Morte , distruzione ed una bella dose di Gore.
MA
Quante persone sono effettivamente trapassate nelle prime ore dell’incidente?
DUEMILA? DUECENTO? VENTI?
no.
DUE.
E nemmeno a causa delle radiazioni.
Uno è stato travolto dalle macerie, un altro è stato colpito dalla fiammata ed è deceduto a causa delle ustioni CHIMICHE, non Radiologiche.
FONTEUNSCEAR
e la fonte non è Greenpeace, non è viviverde, informare per resistere ma L’UNSCEAR (United Nations Scientific Committee on the Effects of Atomic Radiation, Comitato scientifico delle Nazioni Unite per lo studio degli effetti delle radiazioni ionizzanti)

Vediamo Eroici (e fittizi) dipendenti della centrale immolarsi per vedere di persona il nucleo in fiamme, porte in piombo aperte con sprezzo del pericolo che causano immediate ustioni che sembrano Letali. Raggi gamma che simili alla polvere arrivano su ignari passanti che si godono il paesaggio e lo spettacolo sul “ponte della morte”.

Donne incinte che saranno in tale stato per ovvi motivi (sento puzza di aborto indotto).
Eroici medici ovviamente donne che capiscono SUBITO che è successo un disastro atomico e chiedono a sporchi, vecchi e pigri superiori uomini se ci sono scorte di IODIO da somministrare non si sa bene a chi.
Cosa che, se un mio dirigente mi chiedesse di somministrare IODIO a qualcuno anziché lo Ioduro di Potassio lo farei internare in psichiatria.
(ps se vi è venuta improvvisamente paura di un altro incidente nucleare vi consiglio di tenere nel vostro armadietto queste: iOSAT Compresse di Ioduro di Potassio io le ho da un po’ nel mio kit disastri)
Pompieri che raccolgono pezzi di combustibile nucleare e dopo qualche ora giacciono riversi al suolo in uno stato di morte apparente.

La puntata termina con il direttore della sala controllo che dopo una bella vomitata esce fuori e assiste ad una carneficina davanti alla centrale, gente trascinata via, sangue ovunque, etc etc.

Tutto MOLTO MOLTO spettacolare.
MA ABBASTANZA FALSO.

Tutto quel SANGUE è scenico ma Inesatto.
La ARS (Acute radiation syndrome) è stata appurata in TUTTO L’incidente (quindi compresi i Liquidatori, i pompieri, il personale, i sanitari, i tecnici etc etc) a DUECENTONOVE persone.
I DECESSI DIRETTI sono stati VENTOTTO e sono incorsi perlopiù in maniera indiretta.
La sindrome si manifesta in base alla dose assorbita. Ovviamente più è alta più è grave.
Quella GRAVISSIMA si compone in Vomito pressochè immediato, Diarrea massiva, dolore alla testa, tremori, atassia, letargia e morte, all’incirca in meno di 48 ore.
Se si sopravvive alle 48 ore (come la maggior parte dei coinvolti nell’incidente di Chernobyl) i problemi saranno al sistema immunitario, al sistema digerente , e sopratutto alla SEPSI da ustione radiologica o fisica (le banali fiamme dell’incendio)
E qui abbiamo avuto il totale dei morti DIRETTI.
Sugli effetti INDIRETTI ne parlerò nel capitolo dedicato al Fallout.


Quindi Prima puntata della serie:
9/10 alla tecnica e alla ricostruzione in quanto FICTION
4,5-5/10 per quanto riguarda la veridicità scientifica.

FINE PRIMA PARTE

Lascia un commento